Elettricità Pannelli Solari

Rilievi termografici: perché scegliere un drone?

L’utilizzo dei droni con telecamere termiche sta prendendo sempre più piede nelle aziende, andando a sostituire l’uso di altri mezzi particolarmente costosi e, spesso, meno efficienti.

Sono veramente tante le società che stanno cercando di rendere più semplice possibile l’integrazione della termografia nei droni grazie a soluzioni anno dopo anno sempre più semplici e facili da utilizzare.

I droni con telecamere termiche vengono particolarmente richiesti per ispezioni nei campi più disparati che comprendono: la lotta e la prevenzione degli incendi, il controllo ed il monitoraggio dei pannelli solari, l’ispezione di linee elettriche o celle telefoniche, l’ispezione di materiale pericoloso, il monitoraggio di tetti ed edifici, la ricerca e il salvataggio ma anche il monitoraggio fotovoltaico e l’ispezione fotovoltaica.

Come l’industria fotovoltaica sfrutta la termocamera a bordo dei droni

L’industria solare fotovoltaica sta sperimentando una crescita annua esponenziale.

I droni, a questo proposito, rappresentano uno strumento efficace per analizzare i pannelli fotovoltaici, non solo sulle installazioni dei privati, ma anche su quelle di centrali elettriche a più larga scala. Tante società di manutenzione e di gestione utilizzano proprio i droni che si occupano di monitoraggio del fotovoltaico, permettendo così di evitare le ispezioni manuali, particolarmente costose, che richiedono tempo e sacrifici proibitivi.

Pensiamo ad un pannello solare che non dovesse funzionare correttamente, quale enorme perdita di potenziale energia non prodotta al giorno andrebbe a causare?

Cosa è possibile fare con la termocamera da drone

Grazie alla termografia da drone è possibile ispezionare rapidamente un intero campo di pannelli solari, andando inoltre a controllare in particolare le aree problematiche.

Tante volte basta una singola cella malfunzionante per compromettere l’intero sistema, causando danni economici consistenti. I moduli fotovoltaici rappresentano componenti chiave del sistema perché responsabili della conversione della radiazione solare in elettricità.

Un monitoraggio, effettuato con particolari criteri, è quindi fondamentale per una manutenzione tempestiva ed efficace.

Questo permette di ottenere le migliori prestazioni con un conseguente ritorno sull’investimento.

Monitoraggio fotovoltaico

Le ispezioni fotovoltaiche eseguite tramite i droni dotati di termocamera sono principalmente utilizzate per:

  • Individuare celle difettose o con temperature superiori a quella massima di esercizio durante il normale carico solare:
  • Identificare i difetti nelle connessioni tra celle e diodi di protezione;
  • Valutare la perdita di efficienza su pannelli con una distribuzione non uniforme delle temperature dovute a celle o gruppi con una temperatura più elevata del normale.

L’uso della termocamera da drone consente di rilevare le anomalie del sistema fotovoltaico da un livello di grandi dimensioni fino ai livelli di singolo pannello o cella.

Quando si è in presenza di difetti l’energia che proviene dal sole non viene convertita in energia elettrica, causando un conseguente aumento della temperatura.

I droni, dotati di telecamere a raggi infrarossi, possono rilevare problemi specifici del modulo, quali il riscaldamento della scatola di giunzione, ma anche altri quali diodi di bypass attivati, problemi di produzione o difetti di celle compreso il cracking.

Ma l’utilizzo della termografia aerea non si ferma solo a questo.

I tecnici addetti al monitoraggio fotovoltaico possono effettuare anche termografia in edilizia per individuare i guasti del circuito di origine del campo fotovoltaico, l’eventuale polarità invertita, i guasti dell’inverter e tutti i problemi annessi.

L’utilizzo dei droni con telecamere termiche rappresenta l’ultimo modo non invasivo per ispezionare luoghi o beni difficili da raggiungere che si trovano ad altezze non facilmente raggiungibili con termocamere da terra.

Una vera opportunità in cui l’unica alternativa sarebbe, spesse volte, l’ispezione manuale, che, come chiarito, può essere particolarmente costosa e, naturalmente, pericolosa per coloro che sono chiamati a eseguirla.

E tu? Come ispezioni oggi il tuo impianto fotovoltaico?

Evoldrone

Guarda oltre il visibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.